Il gioco dell’arte #giorno 7

Loriana Lucciarini scrittrice

Il dolore
diventa solido e si espande
fino a squassarmi,
fino a dilaniarmi.
Raccolgo cio’ che resta di me
in piccoli pezzi sparsi.
Sara’ un lavoro duro ricompormi
ma giuro,
lo giuro nel pianto e nella rabbia
nell’angoscia e nell’impotenza
giuro
che non permettero’ mai piu’ a nessuno
di distruggermi cosi’.

(Loriana Lucciarini, “Sotto le nuvole” – ilmiolibro.it – link per acquisto)

15966105_613893192149797_5402253134395573031_n.jpg

View original post

Annunci

Recensione del blog “L’Angolino della cultura”

capture-20160901-124028

Il blog “L’Angolino della cultura” di Luca Paganucci, ha pubblicato questa bella recensione dei miei due volumi di poesia “I legami sottili dell’anima” e “Sotto le nuvole”. La recensione può essere letta QUI ma di seguito vi riporto il testo integrale…

Loriana Lucciarini: un’autrice dalle parole che colpiscono…

Ad inizio settimana ho ricevuto un pacchetto contenente due libri. Preciso che non si è trattato di un ordine fatto direttamente ad Amazon, bensì di due testi richiesti direttamente all’autrice. I due testi in questione sono: Sotto le nuvole, e I legami sottili  dell’anima, entrambi di Loriana Lucciarini. Ecco come l’autrice me li ha presentati:

“Sotto le nuvole” sono poesie più intimistiche sul male di vivere,

la difficoltà, la ricostruzione di un’anima

fino alla sua rinascita.

 

“I legami sottili dell’anima” parla di rapporti,

di legami, di incontri,

di destino.

 Temi complessi, dunque, che l’autrice non esita ad affrontare, spingendosi fino alle radici di questi mali che affliggono la persona.

Ciascun volume si differenzia per alcune caratteristiche. La prima che salta subito all’occhio è il colore della copertina, che in I legami sottili dell’anima è viola scuro, con dei soffioni bianchi che volano, mentre in Sotto le nuvole ha i colori autunnali delle foglie. Per come ho avuto modo di percepire io questa differenza, nella copertina viola scuro intravedo una sorta di chiusura dell’Anima narrante verso il mondo esterno; al contrario, nel secondo volume, i colori vivaci della copertina conferiscono uno sprazzo di luce, quasi come se l’Anima del libro precedente riuscisse a vedere la luce dopo il periodo trascorso nel buio. E forse è un po’ così.

La seconda differenza riguarda la disposizione in sé e per sé: mentre in I legami sottili dell’anima gli scritti sono alternati tra margine destro e margine sinistro della pagina, e ciascuna poesia, quasi ad evidenziarla, ha accanto a sé il disegno di una farfalla; in Sotto le nuvole, i testi si trovano al centro della pagina, separati tra loro da uno di quei segni che in Word rientra tra gli  Elenchi puntati e numerati.. Unica analogia che accomuna le due raccolte è l’utilizzo di una parola chiave iniziale, che vuole essere intesa come argomento, sotto cui seguono i testi dell’autrice.

In questi testi, lo scopo di Loriana è quello di arrivare dritta al centro dell’Anima, usando talvolta i termini come se fossero lame di coltelli, quasi a voler dare un violento scossone a chi legge. Il fatto è che molte volte non è semplice risalire al perché ci sentiamo in un certo modo, e quali ne siano state le cause; ecco, questo è un po’ l’intento di Loriana, che veste i panni di una psicologa che scandaglia l’Anima altrui, e la sua Anima, di cui si trovano numerose tracce nel volume Sotto le nuvole, all’interno del quale usa un linguaggio più intimistico, quasi a voler parlare al suo Sé interiore.

Ho deciso di trattare questi due volumi in un unico momento perché, pur analizzando momenti diversi dell’animo umano, mi sembra siano complementari, e che dunque se l’uno analizza delle incertezze, l’altro, pur in modo differente, fornisce quelle risposte. Ma c’è anche molto di più in “Sotto alle nuvole”; vale a dire l’Amore sconfinato per la persona amata, e per sua figlia.

recensione a “Sotto le nuvole” dell’autrice Liliana Gheorghe

BANNERINO

Ho letto il bel libro “Sotto le nuvole” di Loriana Lucciarini più volte perché sembrava scritto per me.
Deborah potevo essere io.
Invece ognuno di noi ha un suo modo di ricominciare da sé che non è lo stesso per tutti ma che ha un risultato sicuro, la rinascita.
Un continuo evolversi naturale per rimanere in vita consapevoli di una vitalità che va arricchita con ogni nuova esperienza che si fa.
Guarire da un amore finito è prima di tutto un elaborazione di un lutto.
“Guarirò a suon di rabbia e musica” dice Loriana ed è bellissima la forza che viene trasmessa dai suoi versi.
Ricordare quell’amore, rivivere i più bei momenti, cercare le vecchie foto, esaminarle con occhio lucido, ebbene, consumarlo di emozioni e svuotarlo di significati per poter assimilare la perdita e ricominciare da capo non è cosa semplice.
Nelle poesie di Luciana ci si ritrova come ci si ritrova nel processo emotivo dei sentimenti eterni, un dolore che si ripete, un vuoto che si ritrova davanti ad una nostra apparente incapacità di superarlo, sempre quello, sempre uguale, perenne come un brutto ricordo, l’incubo dei nostri limiti. Più vivo che mai, ma proprio per quello testimone della nostra vivacità, vivacità che adoro e ritrovo in Loriana come scintilla di una generosa creatività.
Grazie Loriana Lucciarini!

Poesie in musica…

nuvole

Ecco la musica che fa da colonna sonora a questa silloge poetica, è il brano che rappresenta, sia per sinfonia che per testo, il contenuto delle mie poesie. Questa canzone mi ha accompagnata durante la stesura di questo volume ed esso ne è impregnato.

La musica di “Sotto le nuvole” è la colonna sonora di “Sotto le nuvole” (tanto che il testo di questa canzone è in IV di copertina, e scusate il gioco di parole).

Vi invito ad ascoltarla, le sue suggestioni musicali vi porteranno direttamente dentro le mie poesie…

∼ Loriana ∼